E 'il suo piano per uscire dalla crisi libica o è il più corretto, un piano per uscire dalla roa

E 'il suo piano per uscire dalla crisi libica o è il più corretto, un piano per uscire dalla road map!

Il lavoro che si limita a coinvolgere le forze nazionali interne libiche per trovare soluzioni al processo pratico e accelerare la risoluzione della miserabile situazione politica, funziona nel paradosso che il lavoro politico in Libia è protetto dai muri delle Nazioni Unite fortificato.

Il lavoro politico che svolge i suoi compiti senza riguardo alle condizioni e agli sviluppi che stanno lavorando per confondere le dichiarazioni vuote sull'arena politica, che non servono entrambi gli interessi delle Nazioni Unite e delle figure libiche nazionali.

Ghassan Salama non ha richiesto un'azione politica sincera, che lavori per raggiungere gli sviluppi interni della questione libica nel suo insieme.

Il piano stradale non è stato in grado di completare le sue tre fasi consecutive o successive dell'esistenza dei tipi di attriti tra i partiti politici in conflitto.

Il potere e l'influenza senza l'esistenza di una legittimità costituzionale per codificarli l'opera politica in Libia, non aiuteranno a risolvere le frizioni.

La ristrettezza politica della Libia è originariamente prevista dalla legislazione libica e dalla costituzionalità dello stato libico, che organizza le elezioni presidenziali e legislative per quest'anno.

Le imminenti elezioni parlamentari e presidenziali contestate dai paesi del mondo e dai paesi arabi e islamici regionali che vogliono rafforzare il loro status e attuarle sulla Libia.

Le frizioni presidenziali e legislative non preoccupano la Francia, attuale e vigorosa mossa per accelerare l'organizzazione delle elezioni presidenziali e legislative, senza l'esistenza di un corpo centrale che legifera per la promulgazione di una costituzione permanente della Libia.

La presenza di sforzi francesi nell'arena politica sta lavorando per riunire di nuovo i partiti libici e disinnescare la crisi libica sul suo territorio.

Uno sforzo della Francia sulle iniziative di pace, ancora una volta, è quello di modificare l'accordo o continuare a riportarlo nella destinazione mondiale, preceduto dalle sue aberranti contraddizioni, la maggior parte delle quali sono state tratte dallo Stato libico dalla politica estera e attuate dagli Stati arabi .

Sempre più incontri internazionali di sicurezza a New York in questi giorni per ascoltare l'inviato ONU in Libia Ghassan Salameh sulla situazione in Libia, ma è con grande dispiacere e dolore che non ci sono processi vividi per risolvere la questione libica e ancora Ghassan Salameh che si sta svegliando lo stesso progresso materiale del corpo senza successo.

Tuttavia, il piano di Ghassan Salaam per la Libia è unito ai suoi obiettivi e crediamo che rappresenti due questioni che riassumono ciò che sta accadendo con lo stesso odio per la stabilità della sicurezza, la sicurezza della Libia.

L'ascesa dello stato libico è quella di proteggere i suoi muri fortificati dalla manomissione delle stesse porte aperte alla debolezza dello stato della Libia e a chi ha disperato bisogno di destabilizzare la Libia.

Il contesto frenetico della road map in un piano per uscire dalla crisi libica, che ha raggiunto pochissimo, e ha avuto successo nel presentare una contraddizione nelle imminenti elezioni presidenziali e parlamentari in Libia.

Il paradosso qui sta nella perduta diplomazia libica che sta lavorando sulle possibilità di passare il piano di Ghassan Salaam nella fase attuale a causa del continuo scoglio della politica interna della Libia.

Il blocco è tra la Camera dei Rappresentanti e il Consiglio di Stato libico, in particolare per quanto riguarda il referendum sul nuovo progetto di costituzione e i preparativi per la conferenza generale.

Sebbene siano passati anni dalla firma dell'accordo politico di Skhirat tra vari partiti libici sotto l'egida delle Nazioni Unite, oggi vediamo il contrasto nella competizione per i seggi delle elezioni.

La situazione favorevole e l'opportunità dimostrano che alcuni aspiranti non si lasceranno sfuggire senza essere apertamente molestati in presenza pubblica o segretamente se non possono essere ascoltati prima del pubblico libico.

Ma le imminenti elezioni confermeranno che vivranno con la loro causa ed emarginazione verso elezioni costituzionali illegali, campagne e votazioni per raggiungerli, truccare e creare il mondo e metterli per posizioni senza successo costituzionale.

Il conteggio delle elezioni presidenziali e legislative in Libia consiste nel compiere i loro sforzi invano, nel crollo delle loro promesse, e i loro partiti incostituzionali escono liberi da quei diritti costituzionali libici.

La natura delle affiliazioni politiche con il mondo esterno e le valutazioni delle circostanze impongono ai politici libici di negoziare in tempo e comprendere le relazioni politiche interne con le organizzazioni arabe, islamiche e internazionali, comprese le Nazioni Unite, per portare avanti il ​​piano di Ghassan Salama, il piano che li porta fuori dal tunnel buio.

A volte la verità richiede che i politici libici siano in conflitto con la road map perché sono la gente degli eventi e che hanno lavorato per provocare le Nazioni Unite in un'azione politica confusa.

Di Professor Ramzi Halim Mavrakis