La Libia non è pronta per la regola democratica ... In condizioni di sicurezza!

La Libia non è pronta per la regola democratica ... In condizioni di sicurezza!

E 'vero che la Libia si sta preparando per le prossime elezioni quest'anno, alla luce del fallimento delle élite politiche a governare il paese per distinguersi come elettori politici e non coordinati.

Le chiare visioni riguardanti il ​​processo politico e di sicurezza di tenere elezioni parlamentari prima che ci sia un chiaro accordo e percorso tra tutte le parti.

Un totale incapacità delle élite politiche a presentare pensiero e programmi politici, o di un progetto nazionale unificato, affrontare i temi della costruzione del futuro Stato della Libia, per lo stato di sicurezza della Libia in un discorso politico nazionale che equivale alla vita della cittadinanza libica .

Un sistema politico democratico è consumato in assenza della struttura di sicurezza, lasciando un vuoto onesto tra e la gente per diffondere la corruzione, il caos, omicidi, e bombardamenti, trasformando la Libia per omicidi a est ea ovest e sud, lasciandoci in un stato di dolore.

Il caos di sicurezza ha causato l'esplosione di due autobombe presso la moschea di Al-Radwan, nella città di Bengasi dopo che i fedeli hanno lasciato la moschea ledere un certo numero di morti e feriti, tra cui il comandante della forza di indagine e il martire Ahmed Fetouri e comandante nell'unità di intelligence libica e il martire Brigadiere Mahdi Abdul Aziz Al-Falah.

Prima l'esplosione a Bengasi, ci sono stati scontri nella capitale della libica Tripoli, che ha lasciato circa 11 morti, che si è fermato nella capitale tutti i voli da e per l'aeroporto di Muaitika scorsa settimana.

E 'la necessità di sicurezza che dobbiamo vedere e conoscere e consentire nel paese e il desiderio della società libica nella Costituzione del lavoro in modo che lo stato libico per stabilire i controlli e gli standard di sicurezza facilita.

Lavorare sul principio del cambiamento e della responsabilità e sul principio della circolazione pacifica e democratica del potere e dell'esercizio del buon governo.

Ma oggi, in queste circostanze insicure, è difficile per noi puntare il dito contro coloro che stanno lavorando per destabilizzare e proteggere la Libia. Oggi stiamo restringendo i nostri orizzonti, così come siamo ansiosi di denunciare l'ignoranza di coloro che stanno dietro le quinte per destabilizzare la sicurezza e la stabilità della Libia.

Chiediamo domande circa la completezza del processo costituzionale e la fase di transizione nazionale nel senso di sicurezza, che dipinge per il nostro popolo libico e governi libico successivi inflessibile piani di azione, nel senso di protesta e rifiuto di ciò che la Libia ha fatto in termini del caos della sicurezza.

La Libia si è diffuso in essa i gruppi che vogliono diffondere e interpretare le loro idee con la forza di coercizione per cambiare la visione della società libica, che pratica i costumi e le tradizioni del tessuto sociale islamica.

Una deviazione dal principio islamico non è possibile, ma alcuni di noi dicono che alcuni dei gruppi salafiti e gruppi di intervento e la Fratelli Musulmani e Al Qaeda, i gruppi islamisti fanatici controllate moschee libiche per sostenere la loro alleanza con coloro che l'autorità libica.

Il dilemma della sicurezza della Libia non può essere separato dal resto dei paesi arabi, in particolare quello che circonda il vicino, che è un'estensione di ciò che sta accadendo nei paesi arabi.

paesi arabi stanno facendo sforzi successo nella pace e la sicurezza nel paese dilaniato dalla guerra civile e distrutta dal caos di sicurezza dalla caduta del precedente regime nel 2011.

La lotta di potere interna tra le correnti in campo politico, in assenza di legge, la costituzione e la sicurezza rendono la Libia nel pantano del caos di sicurezza schiacciante. Fino a quando non verrà raggiunta la sicurezza in Libia non ci saranno pratiche democratiche adeguate nel paese.

B Ramzi Mavrakis